Google+: cosa c’è da sapere sui nuovi Hangout


Questi sono i giorni del Google I/O, a San Francisco. E il gigante americano, tra una novità e l’altra, ha definitivamente messo fine alla serie di indiscrezioni circolanti attorno al progetto “Babel“.

Tutto confluisce all’interno di Hangout, la funzionalità di Google+ che unisce ora GTalk e GMessenger. Di fatto nel restyling che ha riguardato il social network, gli Hangout acquisiscono una sempre maggiore importanza. Cambia, almeno in parte, il modo di intendere questo servizio: si tratta di un modo per mettere in contatto gli utenti, su più fronti. Sfruttando Hangout, dunque, ognuno potrà accedere alle proprie conversazioni, in maniera identica da Chrome, da smartphone – Android e iOs -, da Google+.

Cosa c’è di nuovo?

Hangouts-nuovi

Traducendo le descrizioni in funzionalità, Hangout ‘nuovo stile’ significa:

  • passaggio da conversazione a videocall, con supporto fino a 10 contatti
  • supporto di Hangout sui device Android e Apple
  • sincronizzazione delle conversazioni tra più dispositivi e con uno stesso account Google
  • invio libero di foto ed emoji
  • visualizzazione condivisa, tra più utenti, di video da YouTube
  • visualizzazione condivisa di gallerie fotografiche

Se da qualche tempo a Mountain View erano convinti di non offrire un servizio all’altezza in termini di messaggistica, le cose cambiano radicalmente ora. Hangout non è più soltanto un’opportunità editoriale. Rappresenta, ora, un nuovo modo di mettersi in contatto coi propri amici, che promette di dare il meglio soprattutto in virtù della perfetta integrazione coi sistemi mobile.

E gli Hangouts “On Air”?

Hangout-Google

Ad una prima occhiata, sembrerebbero scomparsi. Colpa della barra ‘a scomparsa’ introdotta col nuovo layout.

La possibilità di trasmettere in diretta, su YouTube e su Google+, è stata mantenuta nella colonna di sinistra del social network: la voce è “Hangout in diretta” e l’interfaccia a disposizione dell’utente, in questo caso, è diversa. O meglio: è uguale a quella già adottata in precedenza, con l’opportunità di incorporare il player e sfruttare la trasmissione in diretta per un qualsiasi progetto di natura editoriale.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave