Google+: stop alle restrizioni sui nomi dei profili


google+Tra le modifiche apportare a Google+ in corsa, dopo il lancio, quella dei nomi era apparsa probabilmente tra quelle meno opportune, adatte. In sostanza Google, con l’obiettivo di evitare la creazione di profili fake e di profili al posto delle Pagine aziendali, aveva obbligato gli utenti ad assegnare un nome proprio e un cognome ‘credibile’ all’account in fase di registrazione.

Ecco, basta così a tutto questo. Con un post dell’account ufficiale datato a ieri, infatti, il team di Google+ ha eliminato qualunque tipologia di restrizione sui nomi degli account. Un fatto (forse) di numeri e quantità, perché secondo gli uomini di Mountain View quelle restrizioni avevano contribuito a creare una comunità fatta di persone reali, ma anche escluso un numero di persone che avrebbero voluto fare parte della stessa senza usare i loro veri nomi”.

La scelta è stata maturata per gradi da Google, che prima aveva concesso agli utenti iscritti a YouTube di portare i dati dell’account usato (e quindi anche il nome) su Plus. Ora la fase finale: niente più indicazioni specifiche e, anzi, la possibilità di utilizzare nickname o comunque la denominazione che l’iscritto preferisce adottare in fase di registrazione.

In chiusura Google scrive: Sappiamo che la nostra politica riguardante i nomi è stata poco chiara, e questo ha portato ad alcune esperienze inutilmente difficili per alcuni dei nostri utenti. Per questo ci scusiamo”.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave