Facebook è pronto per il nuovo Open Graph, oggi il lancio?


E venne il momento del nuovo Open Graph, delle rinnovate azioni che Facebook attiverà sulla timeline dei suoi utenti nel giro di qualche giorno oggi stesso? -, confermando quanto promesso durante l’f8 Conference tenutasi a San Francisco nel Settembre scorso.

L’aggiornamento dell’Open Graph porterà, stando a quanto sostenuto da AllThingsD, una serie di azioni quali “leggere”, “guardare” o “ascoltare”, che si aggiungeranno al classico “Mi Piace” e al “Condividi”, opzioni che hanno reso forte il social network di Palo Alto negli ultimi anni, ma che ora per forza di cose vanno rinnovate, assieme alla Timeline di cui tanto si è parlato nelle settimane scorse.

“Pensiamo che la gente voglia condividere ogni cosa della propria vita e pensiamo che le applicazioni siano il modo per far avvenire questo”. Ecco perchè Facebook ha deciso di eliminare la richiesta di autorizzazione per l’utilizzo delle singole applicazioni sui profili degli utenti: l’accesso alla Timeline sarà libero, non sarà richiesto più alcun genere di permesso.

f8 di San Francisco

“Open Graph è davvero la più grande opportunità per la creazione di applicazioni, da quanto abbiamo inserito questa possibilità”, prosegue il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg. Tutto sarà studiato perchè agli utenti sia permesso di condividere ogni genere di contenuto con estrema facilità, con o senza le applicazioni: se caricare album di foto nel Diario è un’attività già molto gettonata, perchè non fare la stessa cosa con canzoni, contenuti testuali e quant’altro? Ecco spuntare, allora, i vari “leggere”, “guardare” (per i video) e “ascoltare”.

Questa estrema facilità nel pubblicare e condividere non è naturalmente rimasta esente da critiche. Ci sono problemi di privacy nel rendere libere le applicazioni? Facebook giura di rendere utilizzabili app assolutamente trasparenti e immediate, ma c’è chi si aspetta una regolamentazione più ferrea dal social network.

E poi naturalmente ci saranno gli scontenti. Perchè se l’Open Graph, inteso come condivisione totale dei propri contenuti, potrà certamente entusiasmare alcuni, non mancheranno gli utenti più riservati, che dunque non accetteranno di buon grado la novità. Ma forse il punto è proprio questo: Facebook di riservato ha ben poco.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave