Google Plus: fine di un’era? Non proprio


Io questo non creto! Direbbe il nostro amico Crozza nei panni di Razzi.

Voglio mostrarvi tre immagini.

La prima: lo vedete quel follow?

La seconda: li vedete quei commenti? I mi piace e non mi piace?

 

La terza: il mi piace sui Google Post (visto qui)

 

Ecco. Quelli di Google non si arrendono. Hanno già tutti i dati possibili e immaginabili, si sono resi conto che possono fare a meno di un social per la ricerca: HANNO TUTTO DAVVERO.

Però il Social gli fa gola. Non riescono a capacitarsene. Oppure c’è un’altra spiegazione. Oramai qualsiasi progetto web deve essere orientato ad azioni social. Quelli che lavorano ai prodotti Google ci provano, un po’ di qua e un po’ di là. Testano, vedono come va.

Il problema è che Google è molto grande. Hanno fatto l’account unico. Hanno YouTube. Quanti cavoli di profili “Google” con azioni social diverse dovremmo avere?

Commentiamo su YouTube, nelle Recensioni dei Ristoranti, nelle Partite Live, su Google Play, nei loro Forum. C’è un luogo dove tutta questa attività si vede?

Quindi, no, l’era dei social in casa Google non finisce con Google Plus.

Il problema però, dal mio punto di vista è un altro: gli ambienti sociali dovrebbero avere uno scopo, quello di fare community, non quello di rendere un progetto più social.

O no?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave