Le Notizie non Fanno Notizia sui Social Network, in Italia


Outbrain: l’engagement delle notizie in Italia è fra i più bassi al mondo
Nel Belpaese ai primi posti automobili e sport: sono i temi caldi della penisola

Le notizie non fanno notizia, almeno sui Social Network. Vuol dire che non generano engagement. Lo dice un’analisi pubblicata da Sarah Gavin, direttrice del Marketing di Outbrain Europa, su The Wall. Lo studio si è concentrato su orari e modi di effettuare una condivisione su piattaforme come Facebook, Twitter o Google+, analizzando poi abitudini e modi di fruire i contenuti in nazioni diverse fra loro.

Scopriamo, così, che l’Italia è fortemente attratta da automobili e sport. E sono questi gli argomenti che generano engagement sui Social Network, prima di altri. Le notizie? Le trovate in fondo alla lista. Non proprio ultime, ma quasi. Le notizie, allora, non fanno notizia. O comunque non fanno discutere tanto quanto argomenti come lo sport. Che nello studio non è considerato come notizia (quindi dimenticatevi i commenti alle partite della domenica).

global-times

Notizie che, invece, sono al primo posto nelle graduatorie dell’engagement di Regno Unito e USA. Al secondo posto in Spagna, al terzo in Francia. Così, tanto per dire.

Vengono fuori anche altri dati interessanti:

  • Gli USA, contrariamente a ciò che si pensa, sono il popolo maggiormente ‘impegnato’ nelle notizie
  • Israele, sempre più polo d’innovazione e di startup, rivolge poca attenzione ai contenuti di natura tecnologica
  • Francia e Spagna sono, assieme all’Italia, fra i paesi che maggiormente si concentrano sullo sport

Sugli orari di pubblicazione

Che è, poi, ciò su cui il post di Sarah Gavin si concentrava: in che fascia oraria un contenuto genera maggiore interazione da parte degli utenti? Vecchio argomento, vecchia discussione. Secondo l’articolo apparso su The Wall, comunque, in Italia pubblicare qualcosa d’interessante attorno alle 16:00 può garantire un engagement superiore ad altri momenti.

orari

Poi, le variabili in gioco restano così tante che la raccomandazione su questi dati è sempre la stessa: da prendere con le pinze.

“Comprendendo il pubblico e le sue abitudini nel consumare i contenuti, il marketing può aiutare a massimizzare l’impatto degli stessi. Ciò che va messo a fuoco è, in primis, la creazione di contenuti di valore. Attraverso la scelta di contenuti adatti al target, postati al momento ottimale, si possono ottenere risultati ancora più interessanti in termini di engagement”.

Sei d’accordo?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave