I dati sul Web nel report “State of the News Media 2013”


NewsMedia

Ieri è stato pubblicato “State of the News Media 2013“, il rapporto annuale realizzato da PEW Research Center’s Project for Excellence in Journalism sullo stato dei media negli Stati Uniti. L’analisi, come ormai avviene in tutti gli studi di questo genere, ha riguardato i canali classici come TV e quotidiani, ma naturalmente ha preso in considerazione i social network e il web in generale.

social-report-1

Giunto alla sua decima edizione, il rapporto ha preso in considerazione i dati emersi da oltre 2mila interviste telefoniche a persone sopra i 18 anni. Una ricerca ampia, che noi guardiamo con attenzione per il versante Internet. Dal quale viene fuori che i social media rappresentano la seconda fonte – la prima è il passaparola tra amici, conoscenti, familiari e così via – attraverso la quale giungere alle informazioni. E nel 77% dei casi le persone scelgono di approfondire ciò di cui vengono a conoscenza attraverso le piattaforme social.

Il fatto che i social network siano un canale consolidato, lo dicono i numeri. Sono quasi 200 le società del settore editoriale che hanno scelto di veicolare la propria informazione attraverso i social. E – per intenderci – il 19% degli americani è da lì che si documenta, mentre solo tre anni fa la percentuale era del 9%. I numeri crescono sensibilmente se si abbassa, nel contempo, la fascia d’età: il 34% dei ragazzi tra 18 e 24 anni si aggiorna grazie ai social network. Tra 30 e 39 anni siamo attorno al 30%.

social-report-2

E gli smartphone, in questo contesto, giocano un ruolo di prim’ordine. Il 47% delle notizie totali viene letto o visualizzato attraverso i devices mobile.

Sui social network più utilizzati, lo scettro va chiaramente a Twitter e Facebook. Per motivi diversi, entrambe i servizi sono al centro del flusso di notizie quotidiane che riguardano tutto il mondo. Anche se alcuni brand, magari con riferimento ad un settore specifico, hanno saputo sfruttare allo stesso tempo Pinterest e Instagram.

social-report3

Le testate che hanno saputo creare maggiore coinvolgimento – engaged, ovvero oltre 100 utenti di Facebook che condividono il post -, sono Huffington Post, Daily Mail, BBC, NYT, CNN e Yahoo.

In definitiva, è indiscutibile il ruolo che i social network hanno generato, nel corso dell’ultimo biennio, nel mercato dell’informazione. Rappresentando una forma di condivisione delle notizie nuova e al tempo stesso dalla grande forza, in grado di raggiungere un elevatissimo numero di persone e di diventare, almeno negli USA, una fonte importante d’accesso alle notizie.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave