Twitter, è il mobile che conta


Twitter, conta (e fa guadagnare) più il mobile che tutto il resto.

La piattaforma sociale ‘a 140 caratteri’ ha fatto registrare introiti pubblicitari sul mobile in misura superiore rispetto ai computer. Questo è accaduto per gran parte dei giorni di quest’ultimo trimestre, come ha spiegato Dick Costolo, il CEO di Twitter, nell’evidenziare i progressi del suo gruppo.

Costolo ha snocciolato alcuni dati significativi a San Francisco, dove si parlava delle ultime novità lanciate da Facebook nei giorni scorsi. Ovvero la necessità, per l’azienda di Mark Zuckerberg, di migliorare necessariamente presenza e introiti sui dispositivi mobile, che si traduce nel lancio delle Sponsored Stories su smartphone e tablet.

Facebook, del resto, viene da un periodo nero dopo l’ingresso in Borsa.

Twitter se la vive molto più in tranquillità, la vita. Lo stesso Dick Costolo è convinto: “abbiamo una piattaforma per gli annunci già ben inserita nell’universo mobile, anche se di recente abbiamo lanciato una piattaforma per gli annunci web e solo recentemente abbiamo iniziato a pubblicarli su cellulare”. Nessun duello con Facebook, dunque.

Il cammino di Twitter, dall’inizio dell’anno sino ad oggi, è stato chiaro. Obiettivo: migliorare l’approccio degli inserzionisti al social network.

Ciò è avvenuto attraverso i tweet sponsorizzati, funzionalità estesa anche ai dispositivi iOs e Android nel Febbraio scorso. E loro, gli utenti da mobile, rappresentano il 60% dell’attività complessiva su Twitter.

La proiezione di eMarketer è chiara: a Gennaio il social network dovrebbe raggiungere ricavi per 260 milioni di dollari. Entro il 2014 la cifra toccherà quota 540 milioni.

Facebook sfiora i quattro miliardi. Ma poco importa, in Twitter sono contenti così.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave