Facebook e le 6 novità di Maggio: nessuna è da sottovalutare


 

Come sempre ce ne sono tra le più disparate: Novità nel News Feed, la possibilità di farsi una bella mangiata ordinando da Facebook, unione delle notifiche per Facebook, Messenger e Instagram, nuovo layout Messenger e tanto sport su Facebook.

Ogni mio articolo lo ripete, e man mano che si va avanti mi rendo conto di quanto siano azzeccate queste due frasi: Un aggiornamento al giorno toglie il social media manger di torno e Facebook è come PacMan: mangia tutto!

 

Novità del News Feed

Non più di 10 giorni fa Facebook aveva annunciato per l’ennesima volta la volontà di combattere la fake news e le notizie di bassa qualità, limitandone la reach e non solo. Ancora una volta (il terzo o quarto annuncio ufficiale in un anno) si schiera contro il diavolo: il clickbaiting.

L’obiettivo è chiaro: migliorare la qualità del News Feed, ma come voglia arrivarci lo è molto meno. Basta “osannare” Facebook e le scelte del suo fondatore. Il clickbaiting non lo ha mai contrastato, per ora non c’è mai riuscito, come non è mai riuscito ad opporsi, in modo deciso, ai ciarlatani, alla fuffa e allo schifo che c’è su Facebook. Dovrebbe migliorare anche il modo di far tacere i “leoni da tastiera”. A parte gli scherzi e le battute, in questo primo update si è parlato del ricorso all’intelligenza artificiale, la quale dovrebbe ridurre i link che fanno cadere su notizie di scarsa qualità. Secondo questa news Facebook ha già analizzato tantissime pagine con spam e notizie di bassa qualità e con questa intelligenza artificiale procederà al riconoscimento delle nuove pagine condivise sul social network che abbiano caratteristiche simili a quelle centinaia di migliaia già esaminate in precedenza. Successivamente l’algoritmo procederà a declassarle e potrebbe anche non renderle idonee alla pubblicità. In questo modo, aggiunge Facebook, gli utenti dovrebbero vedere sempre meno post fuorvianti. Voi ci credete?

Ma non finisce qui! Perché il 19 Maggio Mr Adam Mosseri (non uno qualsiasi, ma il vice president of News Feed) ci parla di Improving the Integrity of News Feed.

Mosseri ci lascia alcuni suggerimenti da non sottovalutare assolutamente e soprattutto perfetti per chi adotta la strategia del “finché la barca va”, ovvero: finché i miei post reagiscono così, ottengono azioni social o click link io me ne frego:

  • I contenuti devono essere volti ad informare e devono essere significativi;
  • autentici e non spam o sensazionalisti (finalmente). A tal proposito sul clickbait bisognerà stare attenti a quelle headline del tipo: “Quando si è affacciata alla finestra e ha visto questo è svenuta” oppure “WOW! Il caldo ci incenerirà tutti quest’Estate”.
  • Basta il gioco del “voler fregare” il news feed di Facebook. Ci vorrà accuratezza di informazione e modalità giusta nel postare la notizia.

Personalmente presterei attenzione a queste parole di Mosseri:

“When ranking News Feed based on how meaningful each story is to each person, we look at many personal signals, such as how close someone is to the person or page posting, stories they’d want to talk to their friends and family about, spend time reading and videos they’d spend time watching. We also look at more universal signals like the overall engagement (likes, comments, shares) that a post has. Publishers should focus on understanding the audiences they want to reach so they can create content meaningful to them.

One of our News Feed values is that feed should be informative, because people value stories that they consider informative. Something that one person finds informative or interesting may be different from what another person finds informative or interesting—this could be a post about a current event, a story about a celebrity, a piece of local news or a recipe. We’re always working to better understand what is informative to each person so those stories appear higher up in their feed. Publishers should focus on creating content their audiences will find new, interesting, and informative.”

Mosseri chiude dicendo (tradotto in italiano colorito): “sappiamo che c’è feccia e fanghiglia su Facebook e ogni giorno proviamo a combatterla e capire come poter migliorare… voi da parte vostra, voi che pubblicate contenuti, state attenti… un Batman del NewsFeed sta per arrivare”.

Ordinare cibo su Facebook

Sarà possibile effettuare ordini solo da quei locali che usano delivery.com o slice per la consegna del cibo. Almeno per ora. Questo fa parte della suddetta strategia PacMan di Facebook, diplomaticamente chiamata “espansione di accordi”. Order Food riesce ad aggregare questi ristoranti che prendono parte a questa partnership in un unico posto. Noi utenti avremo a disposizione: informazioni, fascia di prezzo, menu, valutazioni (PacMan si vuole mangiare anche TripAdvisor?) e tipo di cucina. Siamo ancora in una fase di test ma sono certo che ne vedremo delle belle.

Notifiche tutte insieme di Facebook , Messenger e Instagram

Tutte le notifiche in uno stesso posto!! Tanti d’impatto gioiranno, ma io vi invito alla calma. Nel marasma Facebook non credo tutti siano in grado di gestire tutto da uno stesso punto. Ci vuole una forma mentis giusta per poter far fronte ad una novità del genere. Immaginatevi quei business che ricevono in totale centinaia e centinaia di notifiche, tutte insieme… senza differenziare il canale potrebbe essere pericoloso. Oppure immaginatevi chi non ha una gestione unitaria dei social. Su Instagram non ci si comporta come su Facebook, così come su Facebook non è lo stesso di Messenger.

Secondo quanto detto da Mari Smith, ripreso da Tech Crunch, quando clicchiamo sull’icona del profilo nell’angolo superiore di Facebook, Messenger o Instagram si aprirà un popup per questa funzione cross-app. Una volta aperto si visualizzeranno gli account relativi ai tre servizi, con un simbolo circolare rosso contenente il numero delle notifiche non ancora sono state viste. Rosso per aumentare l’ansia… Si dice per scherzare. E WhatsApp? Lo scopriremo solo vivendo.

Nuovo Layout Messenger

Come spiega il maggior esperto Facebook di Messenger nel suo post del 18 Maggio, David Marcus, il tutto per semplificare la navigazione e l’esperienza Messenger. Le funzionalità e le caratteristiche non cambiano, ma migliorerà la fruibilità e l’accessibilità alla piattaforma stessa.

Bottone Messenger nei post anche organici

Pare ancora in fase di test (almeno nel momento in cui è scritto l’articolo). Come si vede nell’immagine c’è la possibilità di inserire anche il bottone Messenger e soprattutto vi è questa possibilità per un post organico. Interessante questa opzione per due motivi: prima di tutto incentivare l’uso di Messenger per le pagine business e, punto due, anche per sfruttare questi post come adv (adv creato verso chi ha avuto engagement via messenger con la nostra pagina).

Ecco la visualizzazione del bottone.

LIVE Sport Streaming gratis

20 partite del campionato più importante al Mondo di Baseball LIVE gratis… immaginatevi un giorno se arrivasse anche con il calcio. Altro che PacMan… lo Squlo 10! Dico questo perché vorrebbe dire un passo forte verso la TV su Facebook. E allora sì che questa combinazione sarebbe come una combo di quei supereroi dei cartoni che da bambini abbiamo sempre ammirato.

 

Allora? Secondo voi c’è qualcuno di questi 6 aggiornamenti che può non essere preso in considerazione da chi opera su Facebook?

 

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave