I Promoted Post di Facebook: la Società dell’Immagine ha il suo culmine nei Social


Sembra la realizzazione di un’idea per assecondare la nuova società. Sì, la società basata sulla propria immagine. Del resto tutti vogliamo essere un po’ VIP, o per lo meno si fa di tutto per esserlo o per diventarlo.

Ma andiamo per ordine. Qualche tempo fa Facebook aveva lanciato i Promoted Post, che ora sono diventati un qualcosa di ufficiale. Ora, quindi, gli utenti hanno la possibilità di comprare la propria visibilità, ma la cosa preoccupante è che questa visibilità riguarda gli utenti, le persone quindi. Stiamo appunto parlando dell’apoteosi, degli effetti tangibilità che la società dell’immagine può avere nel 2012.

 

Come abbiamo letto sull’articolo scritto da Matteo Aldamonte, con i Promoted Post basta pagare, per far sì che i vostri aggiornamenti di stato siano “sponsorizzati” e spinti, visibili sulle bacheche dei vostri amici. Una carta di credito (o un conto PayPal) e il gioco è fatto. “Quando viene promosso un post, che esso sia una foto di nozze o un annuncio di vendita, questo viene visualizzato in alto nel news feed e gli amici sono più propensi a notarlo”.

Ci rendiamo conto? Rendere un post più visibile tra i vostri amici… Ma di cosa stiamo parlando? Forse sarebbe il caso di intervistare sociologi e psicologi per cercare di capire meglio cosa sta accadendo, stiamo tutti diventando dei narcisi?

Molto probabilmente i social network stanno incentivando questo processo. Basti pensare che, come ci dice il fotografo Giuseppe Zupa, le richieste, riguardo le immagini, che vengono avanzate a lui e ai suoi colleghi sono davvero particolari. Qualche tempo fa si chiedeva la foto per la patente, la foto tessera per la carta d’identità, qualche ritocchino qui e lì. Ma ora siamo giunti alla richiesta della foto profilo di Facebook…

Stiamo parlando di persone che si recano dal fotografo per avere un’immagine profilo perfetta. Una particolarità che non va sottovalutata di questo aspetto è che la fascia di età delle persone che fanno queste richieste non è ristretta ai giovani, come si potrebbe immaginare, ma è ben più ampia.

“Oltre alla foto piccola del profilo anche quella grande della copertina che è più grande e d’impatto fatto in un certo modo”, ci spiega Giuseppe. “Diciamo più sul genere panoramico, oppure mettendo in relazione la copertina con la foto del profilo. Come fascia di età andiamo dai 12 ai 40 anni, coppie di fidanzati e di sposi anche di una certa età. Richieste particolari più che altro riguardano l’utilizzo di Photoshop per determinati effetti di colore”.

E pensare che Ennio Flaiano nel 1973 ne “La solitudine del satiro” già scriveva: “Mai epoca fu come questa tanto favorevole ai narcisi e agli esibizionisti. Dove sono i santi? Dovremo accontentarci di morire in odore di pubblicità”.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave