“Il mondo è bello perché è vario”. Perché i social network non sono (sempre) ciò che sembrano


“Il mondo è bello perché è vario”. Mai proverbio risultò più azzeccato, che coi social network. Insomma: come fare a dire che uno è meglio dell’altro, che uno monetizza più dell’altro, che uno conviene più dell’altro? Variabili, troppe variabili dividono noi e le nostre rilevazioni da un risultato che sia certo e sempre valido.

Un esempio valido e calzante sono due ricerche riguardanti Pinterest e pubblicate rispettivamente da Zappos e Shopify.

Ripresa da BusinessInsider, la ricerca di Zappos è molto chiara. Il loro direttore Will Young ha spiegato che partendo dal portale, gli utenti sono molto più propensi a condividere ciò che stanno acquistando su Pinterest, rispetto a Twitter e Facebook. Al tempo stesso, però, i post su Twitter risulterebbero molto più redditizi: 33,66$ per ordine. Contro i 2,08$ di Facebook ed i soli 0,75 centesimi di Pinterest.

Quelli di Pinterest hanno evitato di commentare la news. E hanno sorriso, poi, nel leggere i risultati dello studio di Shopify. Partendo dai dati di 25mila negozi Shopify, è emerso che il referral traffic proveniente da Pinterest sia pari a quello generato da Twitter. Al tempo stesso, però, quanti giungono da Pinterest hanno il 10% di possibilità in più di concludere un acquisto, con un ordine medio di 80$. Il doppio rispetto a Facebook.

Shopify ha creato anche questa infografica, dalla quale emerge come Pinterest sia il terzo social network in ordine d’importanza e dunque possa giocare un ruolo importante per gli e-commerce.

pinterest-shopify-infographic

Senza poi dimenticare il WebReevolution del Maggio scorso, dove Andrea Pernici ha mostrato un esempio in cui Facebook – aldilà dei suoi contenuti più o meno ‘seri’ e professionali – sia il social network in grado di portare più ricavi. “Il mondo è bello perché è vario”, appunto.

Ora viene il bello. Zappos o Shopify? Pinterest o Twitter? E allora Facebook?

È un buon esempio, quello appena analizzato, di come sia realmente difficile e difficoltoso affidare ad un social network lo scettro e bocciare contemporaneamente tutti gli altri. Le differenze tra i dati di Zappos e Shopify dimostrano come sia tutt’altro che semplice decidere se una piattaforma sociale è più vincente delle altre.

A influire sui momenti positivi e negativi dei vari Twitter, Facebook, Pinterest e via dicendo sono molteplici fattori: il periodo dell’anno, la crescita in quel dato momento dovuta magari ad un evento in particolare, alle condivisioni degli utenti e così via. Insomma, tanti fattori che rendono molto difficile pensare che queste ricerche possano rispondere a tutte le domande.

È più veritiero dire che esse rispondono semplicemente ad un caso specifico, ma che non possono valere sempre e in ogni situazione.

Siete d’accordo?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave