Video e Social Media: l’auto-play è l’arma in più (o in meno) di Facebook?


YouTube è la piattaforma di video-sharing per eccellenza. Nulla fa rima con la parola “video” più di YouTube al giorno d’oggi, su questo non c’è dubbio. Eppure dalle parti di Menlo Park, sede di Facebook, c’è qualcuno che si sfrega le mani alla vista dei recenti dati rilasciati da Beet.TV e commentati con Gian Fulgoni, uno dei fondatori di comScore.

Comscore-Facebook-Video-Views-e1413316842204

Il dato è questo: Facebook ha superato YouTube per visualizzazioni di video negli USA durante il mese di Agosto. Cioè, un social network generalista meglio di un portale pensato appositamente per l’upload e la condivisione di materiale filmato. Singolare, vero? Vuol dire che dobbiamo tutti affrettarci a caricare video su video su Facebook e spostare YouTube in fondo alla lista delle nostre priorità?

In realtà non è del tutto vero. Però Zuckerberg ha un’arma. È controversa, ma è pur sempre un’arma. Naturalmente si parla dell’auto-play, ovvero l’esecuzione automatica scorrendo tra le notizie del News Feed. Non è una cosa da poco, e forse è anche fastidiosa, veder partire i video da soli, in muto, davanti ai propri occhi. Su smartphone, poi, un tocco avventato col dito può esservi fatale. Ecco spiegate le visualizzazioni, mai così tante.

Come agire?

maxresdefault

YouTube continua a giocare un ruolo di prim’ordine, su questo non c’è dubbio. Però i dati che riguardano Facebook non vanno sottovalutati. Tra Maggio e Luglio 2014 le visualizzazioni sono aumentate del +50%, a Giugno la media è stata di un miliardo di visualizzazioni quotidiane. Oltre il 65% di queste arrivano da smartphone e tablet.

Forse, oggi, la strategia di un doppio binario – con doppio upload per dirla in termini pratici – può garantirvi un engagement superiore e ottimizzato, aderente alla piattaforma scelta.

Ma…

Ma visualizzazioni non vuol dire attenzione. Quante volte vi siete realmente fermati a guardare un video partito con l’auto-play su Facebook? È più una corsa a schivarli che altro. O almeno, sono più le volte che li evitate. Mentre YouTube resta il portale dove gli utenti vanno con un preciso scopo e dove sono disposti a spendere il loro tempo. Lo fanno volentieri. Forse è quello che conta maggiormente, più di un Like.

Insomma, Facebook o YouTube? Diteci.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave