Facebook e la metrica più importante: “Persone che parlano di voi”


people-talkingIn inglese è PTAT: People Talking About This. Secondo l’ultima ricerca di Forrester, le persone non si curano tanto di quanto gli altri dicono del brand e questo non è senza dubbio un dato da sottovalutare, soprattutto se trasportiamo questo dato all’interno di un social network come Facebook, profondamente basato sui legami tra “amici”.

Partiamo da un dato: sappiamo bene che le aziende difficilmente siano abituate a considerare, come metrica da prendere in considerazione, prima fra tutte, non è certo il numero dei fan della Pagina o la portata della stessa, bensì sicuramente il fatto che le persone parlino di noi. Questo garantisce visibilità alla Pagina e ci consente di avere un’interazione tale da acquisire dei fans che potremmo definire “di qualità”. Vale a dire veri, che ci seguono, che ci scrivono, che ci domandano, che ci seguono giorno dopo giorno.

Ma allora perché tanta riluttanza nei confronti di questa metrica? Forse perché è quella più difficile da raggiungere: è difficile che le persone condividano un nostro post. Basta, infatti provare a scrivere qualcosa su Facebook, oppure postare un’immagine o un link, e vi renderete conto che l’azione più difficile da ottenere da parte dei fan è proprio la condivisione.

Detto questo la domanda che bisogna iniziare a porsi è: come facciamo a creare contenuti che le persone vogliano condividere con i loro amici?

Per creare contenuti che calzino a pennello per i nostri fan, però, c’è un ulteriore passo da fare, vale a dire conoscere quali sono le azioni che influenzano la metrica “persone che parlano di noi”.

  1. Chi fa un like su un post della nostra pagina;
  2. Chi lascia un commento sotto un post della nostra pagina;
  3. Chi condivide con i suoi amici un nostro post;
  4. Chi risponde ad una domanda di Facebook che abbiamo creato;
  5. Chi ci menziona in un proprio post tramite il @nomeaccount;
  6. Tagga la pagina in una propria foto;
  7. Tagga un amico in una foto che voi avete caricato ( a tal proposito ricordatevi di spuntare tra le opzioni della pagina proprio questa voce);
  8. Mette un like sulla nostra pagina, quindi diventa fan;
  9. Scrive qualcosa sulla nostra bacheca Facebook;
  10. Risponde che parteciperà ad un evento da voi creato;
  11. Fa check in sulla vostra pagina tramite Facebook Place;
  12. Per le pagine che hanno ricevuto l’aggiornamento, scrivere un giudizio sulla vostra pagina.

Detto questo, non voglio sicuramente affermare che il PTAT è l’unica metrica da prendere in considerazione. Ma ha comunque un ruolo di prim’ordine.

E voi cosa ne pensate? È il PTAT la metrica più importante da prendere in considerazione su Facebook o ce n’è un’altra?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave