Come gestire la qualità degli Hangout su Google+


Google-Hangout

Ormai da qualche tempo, Google+ offre una funzionalità interessante: la possibilità di creare un Hangout. Una via di mezzo tra la trasmissione in streaming di un evento, quando l’Hangout è pubblico, e una video-conferenza privata, magari ristretta esclusivamente a una cerchia o ad alcuni utenti in particolare. Un’innovazione, comunque.

Che deve tuttavia fare i conti con la connessione a Internet degli utenti. Non tutti gli utenti, infatti, possono contare su velocità e ottime prestazioni in questi termini. E il rischio diventa di esserci, nell’Hangout, ma con risultati scadenti.

Proprio a questo proposito, Tim Blasi di Google ha annunciato nelle scorse ore l’introduzione di nuove opzioni – attive esclusivamente su PC e non ancora sulle applicazioni mobile – per gestire la banda da destinare alla trasmissione online, attraverso un’apposita barra regolabile manualmente: abbassare la qualità delle immagini, per una presenza all’interno dell’Hangout che risulti comunque stabile, è dunque possibile.

HangoutCome fare?

Quello che Google ha introdotto, è un vero e proprio slider, da gestire direttamente dall’utente e presente tra le opzioni ‘classiche’, grazie al quale impostare la banda da destinare all’Hangout. Il tutto potrà avvenire in tempo reale, durante l’evento.

Ma quella di impostare lo slider al minimo, non è l’unica soluzione. A Mountain View hanno infatti previsto anche la modalità “Audio Only“, che permette all’utente di partecipare all’Hangout esclusivamente con la voce. Gli altri utenti vedranno, dunque, l’immagine del profilo e potranno comunque continuare a sentire la voce.

Tim Blasi ha fatto sapere, inoltre, che il rollout ha già preso il via, anche se potrebbero essere necessario alcuni giorni, prima che tutti gli utenti abbiano a disposizione la funzionalità sui rispettivi account.

State utilizzando gli Hangout per il vostro business su Google+?

Scritto il , ultima modifica


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave