Più Instagram, meno Twitter


Instagram

Instagram meglio di Twitter. Tutto vero, almeno negli USA.

È solo un dato, certo. Twitter rimane Twitter. Ma l’app di photo-sharing che spopola su iOs e Android, secondo un’analisi condotta da comScore, ha fatto rilevare un sorpasso negli Stati Uniti per quanto riguarda gli utenti quotidiani: Instagram tocca quota 7.3 milioni, contro i 6.9 raggiunti da Twitter. È un dato che fa riferimento ai soli smartphone, ma che premia l’immediatezza delle foto, ancor più di quella dei 140 caratteri.

Su base complessiva, sia chiaro, Twitter è avanti comunque: 29 milioni di visitatori. Mobile e web, insieme.

Ma per Instagram, prima intuizione geniale e ora applicazione di fama mondiale, la marcia sembra essere inarrestabile. Nata due anni fa, l’app si è prima affermata su iPhone. Poi è arrivata anche su Android, altro botto. Ma il boato s’è sentito con l’acquisto di Facebook, roboante a dir poco: un miliardo di dollari, serviti per entrare nell’universo dei social network. E nonostante l’integrazione con Facebook non sia ancora eccelsa, a 360°, ecco il sorpasso su Twitter.

Se la debolezza della piattaforma rappresentata dal CEO Dick Costolo sta nelle foto, allora – da par loro – non si può dire che quelli di Twitter non siano già corsi ai ripari. Gli aggiornamenti degli ultimi tempi stanno facendo sì che condividere immagini sia più semplice, veloce. Hanno accentrato tutto, tagliato nettamente con le applicazioni di terzi che permettevano la condivisione di immagini o tweet dall’esterno. Ma sono in svantaggio.

I filtri e “il fascino” di Instagram sono tutta un’altra cosa.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave