“+Post Ads”: Google+ apre all’advertising


annunci-plus

Doveva succedere. È successo. Google+ apre all’advertising. Il formato è nuovo, del resto a Mountain View non sono abituati a fare le cose come gli altri. Segnatevi il nome: “+Post Ads“. L’annuncio è arrivato con un post.

Come funziona

Il formato ideato da Google aderisce, almeno in parte, a quelle che erano state le previsioni di molti: sfruttare i post di Google+, unire questi contenuti al sistema pubblicitario dell’azienda americana, e creare scenari che prevedano annunci consigliati dai propri contatti, interattivi, in grado di arricchire la navigazione dell’utente e non solamente di promuovere un prodotto.

Si parte dal contenuto di una Pagina. Che diventa un annuncio sfruttando la rete di Display Advertising, e che appare così sui normali siti web. E poi potete interagire: +1, commenti, condivisioni. Come se vi trovaste su Google+, quindi.

“Queste conversazioni creano così un valore aggiunto attorno a un prodotto, a un brand”, scrive Eran Arkin nel presentare ufficialmente la novità.

Per i “+Post Ads” è prevista la possibilità di scegliere il proprio pubblico, in base a criteri di natura demografica, per interessi o scegliendo la categoria dei siti web da raggiungere. Inoltre gli annunci, come Google fa sapere, sono supportati non solamente nella navigazione desktop, bensì anche su smartphone e tablet. Il costo dell’advertising è basato, infine, sull’engagement e: se questo interagisce con la pubblicità, l’inserzionista paga.

plus-annunci-2

Al momento hanno avuto accesso alla nuova modalità di advertising alcuni brand selezionati, come Toyota USA. Per tutti gli altri, informazioni aggiuntive sono online su www.google.com/+/business/brands/ads, dove è anche possibile registrare la propria Pagina per avere accesso a una versione beta dei +Post Ads”.

I risvolti, il domani sono chiaramente interessanti. Molto interessanti. Google volta la pagina e detta i ritmi: l’advertising ora interagirà con l’utente. Riguarderà Google+, ma uscirà fuori, sfrutterà la rete pubblicitaria, coinvolgerà gli utenti nella loro navigazione quotidiana. E l’ecosistema targato Google è ampio, esteso, immenso. Un motivo in più per i brand, per creare contenuti avvincenti. Qualcosa di meno invasivo (forse) e più elegante (forse) per gli utenti. A Mountain View conteranno gli incassi, intanto. Come al solito.

Questa novità lanciata da Google cambierà gli scenari dell’advertising online?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave