Facebook, spuntano i (fastidiosi) “Trending Articles” nel Newsfeed


Chiamateli “temi caldi” su Google+, chiamatele “tendenze” quando siete su Twitter.

Ora potrete chiamarli anche “Trending Articles” su Facebook, perché il social network sta testando, all’interno del newsfeed, un servizio di segnalazione dei post più interessanti in circolazione.

Trending Articles - Facebook

In realtà si tratta di una funzione circoscritta, almeno per ora, alle applicazioni sociali collegate alla Timeline: vi capiterà di notare nel newsfeed aggiornamenti provenienti da The Guardian, The Washington Post e The Huffington Post e altri, visualizzati in gruppi di notizie, con immagine e titolo.

Diciamola tutta: se Facebook aveva intenzione di rilanciare, sulla propria piattaforma, ciò che i rivali hanno già fatto da qualche tempo, ha imboccato la via sbagliata.

In primo luogo perché nel newsfeed finiscono le sole notizie collegate alle applicazioni della Timeline, non c’è quindi una vera e propria selezione di articoli interessanti. E poi c’è da aggiungere che i trend non riguardano tutta la rete, o comunque la nazione, come avviene su Twitter: tutto sembra correlato alle letture da parte degli amici. E pare che possa bastarne una perché la notizia finisca nel newsfeed, ‘falsando’ di fatto il lavoro di selezione che Facebook dovrebbe assicurare.

Al momento, quella presente sul social network sembra più che altro una pubblicità per le applicazioni sociali create per la Timeline, più che una funzione studiata per migliorare l’esperienza degli utenti.

Da Facebook hanno assicurato di essere al lavoro per testare nuovi modi di visualizzare le notizie, ma – permettetemi – questo primo approccio al servizio mostra tutti i limiti attuali della piattaforma di Zuckerberg: da troppo tempo Facebook non migliora realmente l’esperienza di milioni e milioni di utenti. Il fallimento della Timeline e l’insistenza attorno ad essa, con queste applicazioni sociali decisamente invadenti e ‘poco lavorate’, potrebbe rappresentare un punto debole importante, visto e considerato come i rivali siano alla continua ricerca di nuove soluzioni.

Facebook ha lo scettro. Nulla di più, ad oggi.

gtMagazinePost Consigliati:

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su SOCIAL Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave